Il poliziotto che donò gli stivali.

Non so se sia l’atmosfera del Natale che si avvicina o perché questa storia viene da un posto dove tante storie si incrociano: New York.

Il poliziotto Lawrence Deprimo, venticinquenne di Long Island, stava prestando servizio in una gelida serata newyorchese quando si è imbattuto in un clochard. “Si congelava quella notte e si potevano vedere le vesciche ai piedi dell’uomo. Benché io avessi due paia di calzini, continuavo a soffrire il freddo” ha spiegato l’agente Deprimo in un’intervista.

Così il poliziotto ha acquistato un paio di stivali e glieli ha donati. “Ho questi stivali, dovrebbero essere del tuo numero, vanno bene per tutte le stagioni. Mettili e abbi cura di te” avrebbe detto l’uomo.

Raccontata così sembrerebbe più una favola di Natale che ha come protagonista un cuore generoso e come nemici il freddo e la povertà. Eppure accade tutt’oggi che un senzatetto rimanga scalzo in una strada di New York. Ma in una gelida notte d’inverno, nel brusio della Grande Mela, tra il via vai di passanti indifferenti, qualcuno si è fermato, ha rotto la solitudine e spezzato l’egoismo. E allora sarà il Natale, ma certe storie commuovono davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *