L’essenza delle cose

Quando si chiude un libro o si finisce di vedere un film, quando si torna a casa dopo una bella giornata o un’esperienza sorprendente sentiamo il desiderio di trattenere con noi ogni cosa. Le piacevoli sensazioni, il carico di energia che se ne è tratto, ciò che si è imparato. Vorremmo conservare ogni aspetto e mantenerlo intatto negli anni.

Purtroppo però più stringiamo il pugno e più le cose scivolano via, come una manciata di sabbia. Alla fine con noi non restano che pochi granelli. Credo che si riduca a quello l’essenza di ogni evento: in una parte piccola, esigua, a cui non badi mai quando hai le mani ricolme, ma che da sola è capace di rappresentare il tutto.

Dovremmo lasciare che le cose vadano da sole, dovremmo liberarci di quello che non ci serve per trovare il vero significato di ogni esperienza, di ogni ricordo che, anche se cambia, rimane in noi. Inaspettato, come una fotografia scattata per caso ma che spunta fuori distrattamente, quando più ne abbiamo bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *