Il diritto di essere fragili

Di tutti i diritti conquistati ce n’è ancora uno che ci manca, oggi più che mai o che forse abbiamo perso, senza farci troppo caso, lungo l’incessante corsa al successo, durante la quotidiana conquista della perfezione: è il diritto di essere fragili.
Di avere gli occhi lucidi, il cuore spezzato, la testa altrove.
Il diritto di non essere pronti, di non avere voglia, di perdersi. E anche quello di non farcela, di tirarsi indietro, di fare i conti con limiti, sbagli, paure, perché soltanto quando avremo il coraggio di riconoscere la caducità umana che sapremo riconquistare il diritto di essere umani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *