Cari studenti

Un giorno di questi varcherete le porte della vostra classe scegliendo il posto che preferite. E che vi avventiate in prima fila per restare meglio concentrati o in fondo per copiare con più facilità, sappiate che il banco al quale vi siederete sarà in ogni caso un posto privilegiato, perché è da lì che comincerà la vostra personale scoperta del mondo.

Non fate quindi l’errore nel quale incappiamo spesso noi adulti, non date per scontate le cose che vi vengono concesse. Il tempo che vi attende in realtà è la vostra preziosa e irripetibile occasione, perché là fuori, nonostante tutto, quelli che vi vogliono istruiti e liberi sono più caparbi di quelli che vi preferiscono vulnerabili e confusi.

Qualche cattivo insegnante vi giudicherà in base alle risposte che saprete o non saprete dare ai quesiti ai quali sarete sottoposti ma ricordate che ai buoni insegnanti interesserà soltanto la qualità delle vostre domande. Siate indulgenti con i primi e fate tesoro delle lezioni che vi daranno i secondi perché probabilmente, oltre che in testa vi resteranno nel cuore.

Prima o poi infatti dimenticherete la maggior parte dei libri che avete studiato, non fatevene una colpa, l’unica lezione che dovete imparare è non perdere mai la voglia di conoscere. Lo sterile nozionismo non vi porterà da nessuna parte ma se saprete tenere accesa quella piccola, potente scintilla che si chiama curiosità arriverete dappertutto.

Non date ascolto a coloro che vi chiedono di essere i primi della classe, probabilmente non sanno che la scuola, come la vita, non ti rende migliore degli altri ma ti insegna a migliorare te stesso.

E infatti, in un giorno che non sarà uno di questi, quando sarete abbastanza cresciuti da lasciare a qualcun altro il posto che occupate ora, capirete che a determinare il futuro che vi aspetta non saranno né i vostri titoli né le opinioni altrui, ma l’identità che in questi anni avrete costruito con passione e coraggio, grazie ai traguardi raggiunti così come a quelli mancati.

Lucia Bardeggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *