Pericolo e opportunità

Nella lingua giapponese il concetto di crisi viene raffigurato con due ideogrammi. Uno rappresenta il concetto di pericolo, l’altro l’occasione.

Che significato diamo noi a questa parola una volta che entra a far parte della nostra vita di tutti i giorni? Cos’è che riesce a scuoterci dal normale scorrere delle abitudini mettendoci in crisi? Un licenziamento, un lutto, la fine di un amore, una malattia: ognuno potrebbe darne una definizione diversa e personale e risulterebbero tutte ragionevolmente giuste. Dietro ciascuno di questi spiacevoli imprevisti però si nascondono le occasioni che da sempre silenziosamente attendono di essere trovate.

Proprio lì, sul fondo di quella crepa, in quello strappo doloroso, in quella ferita che ti chiedi se si rimarginerà più c’è qualcuno o qualcosa che aspetta di prenderci per mano e portarci dove non saremmo giunti mai. Sembra paradossale eppure in questo viaggio la strada per le scoperte migliori è proprio quella che ci porta a perdere. E ogni volta è un nuovo inizio, è un varco chiuso che sembra aprirsi soltanto per noi, una prospettiva inaspettata che prima non riuscivamo a vedere.

Pericolo e occasione, due parole inesorabilmente intrecciate l’una all’altra. Una ci ricorda che non siamo immuni dal dolore, dal timore, dall’errore, l’altra ci sussurra che possiamo venirne fuori, che possiamo farcela, che domani saremo migliori di quelli che siamo stati fino ad ora. E niente di tutto questo potrebbe succedere se non fossimo obbligati a passare attraverso quella strada a senso unico che si chiama crisi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>