La promessa dell’emiro

Cos’ha in comune un ricco emiro del Quatar con una normalissima nonnina di Brindisi? Nulla se un bel giorno di ben ventuno anni fa le loro strade non si fossero incrociate. Hamad bin Khalif al-Thani che oltre ad essere uno degli sceicchi più ricchi del mondo è tra le altre cose anche il fondatore di Al Jazeera, nonché proprietario della Quatar Airways, in un pomeriggio d’estate del 1997 aveva ancorato il suo panfilo al porto di Brindisi. Stava camminando sul lungomare della città come un turista qualunque alla ricerca di un bar o un ristorante per una sosta in bagno ma a quell’ora i locali pubblici erano tutti chiusi. Da viale Regina Margherita lo sceicco finì per perdersi lungo i vicoli delle Sciabiche, lo storico borgo dei pescatori.

È lì che al-Thani ha incontrato Teresa Borsetti la quale, affacciata all’uscio di casa sua, gli ha chiesto se avesse bisogno di qualcosa. Dopodiché la minuta nonnina ha invitato quell’elegante straniero, del quale ignorava l’identità, a usare tranquillamente la toilette di casa sua. Toccato da quel generoso gesto, lo sceicco ha salutato e ringraziato la donna promettendole che sarebbe tornato a trovarla. A quanto pare però, quella del facoltoso uomo non era una banale frase di circostanza. Da quel giorno infatti, sono passati più di due decenni ma lo sceicco non si è mai dimenticato della gentilezza semplice e straordinaria di Teresa e quest’estate, dopo essersi assicurato che vivesse ancora a Brindisi, è tornato per farle visita e mantenere fede alla parola data.

Nel frattempo al-Thani ha comprato un panfilo ancor più grande e lussuoso: 124 metri di lunghezza per un valore inestimabile, come inestimabile per lui deve essere stata l’ospitalità dell’inconsapevole signora che qualche giorno fa ha riaperto le porte di casa sua all’emiro, offrendogli caffè, purcidduzzi e la sua allegra compagnia. Ad accoglierlo questa volta oltre alla donna c’erano anche i suoi dieci figli e una trentina tra nipoti e pronipoti. L’uomo, che si è intrattenuto per circa un’ora e mezza, si è voluto sdebitare portando un prezioso dono sul quale si è mantenuto il massimo riserbo. L’unica cosa certa è che per Natale al-Thani ha già invitato l’ottantanovenne Teresa e tutta la sua famiglia a trascorrere le vacanze in Quatar.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>